Sea, approvato il bilancio 2011. Dividendi per 17,7 milioni

Via libera dell'assemblea degli azionisti: 54 milioni di utili e ricavi per 579 milioni (+5% rispetto al 2010). Deliberata su proposta del Comune di Milano la distribuzione di dividendi per 17,74 milioni (32,9% del risultato di gruppo). Traffico in crescita a Malpensa e Linate: 28,1 milioni di passeggeri (+4,2%) e oltre 456 mila tonnellate di merci (+4,1%) con Malpensa primo scalo in Italia per trasporto merci. Bonomi:"Il Gruppo Sea ha registrato nel 2011 risultati positivi in ogni settore di attività, sia pur in una fase di mercato molto difficile e complessa a livello internazionale e italiano in particolare"<strong><strong id="tinymce" class="mceContentBody " dir="ltr"></strong></strong>

L’assemblea degli azionisti di Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate, ha approvato il bilancio d’esercizio 2011 che indica ricavi consolidati gestionali a 579,3 milioni di euro (+5,3%), Ebitda consolidato gestionale a 151,4 milioni di euro (+14,1%) e un utile netto a 53,9 milioni di euro a livello di gruppo (al netto dei fattori non ricorrenti l’utile consolidato ammonta a 39,5 milioni di euro, +1% rispetto al 2010). L’indebitamento finanziario netto è di 320,3 milioni di euro a livello di gruppo, in riduzione di 24,4 milioni di euro rispetto ai 344,7 milioni di euro del 2010.

Il traffico è in crescita sia nello scalo di Milano Malpensa sia in quello di Linate: 28,1 milioni di passeggeri (+4,2%) e oltre 456 mila tonnellate di merci (+4,1%) con Malpensa che si conferma come primo scalo in Italia per il trasporto di merci.

Altro importante momento del 2011 per Sea è stata la sottoscrizione in settembre del contratto di programma che definisce le regole d’ingaggio economiche, infrastrutturali e di qualità dei servizi tra Stato e Sea. Il contratto di programma, reso esecutivo dalla firma del Dpcm da parte del presidente del Consiglio, avvenuta il 27 aprile 2012, entrerà in vigore entro 60 giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, e da quel momento saranno applicabili i nuovi livelli tariffari.

"Il contratto di programma, si legge in una nota, segnerà un incremento nella capacità reddituale di Sea e di conseguenza avrà un effetto positivo significativo sulla valutazione dell’azienda. Il meccanismo che regola l’accordo consentirà di recuperare nel tempo il divario creatosi nei confronti di alcuni grandi aeroporti europei, in termini di sviluppo e qualità".

L’assemblea ha anche deliberato, su proposta dell’azionista Comune di Milano, la distribuzione di dividendi per 17,74 milioni di euro (pari al 32,9% del risultato di gruppo).

"Il Gruppo Sea ha registrato nel 2011 risultati positivi in ogni settore di attività, sia pur in una fase di mercato molto difficile e complessa a livello internazionale e italiano in particolare - commenta il presidente di Sea, Giuseppe Bonomi - L’impegno del gruppo ha consentito di ampliare ulteriormente il network dei vettori in partenza da Milano, rafforzando ulteriormente la connettività con alcune delle aree a maggiore sviluppo economico nel mondo (+24,1% i passeggeri da e verso i paesi Bric, +23,2% quelli verso il sud est asiatico, +14,1% le destinazioni servite, che sono attualmente più di 190)".

GUARDA LO SPECIALE: "Le ali di Milano"