Sean Penn riconquista la moglie

Al concerto di Eddie Vedder, l'attore dedica una canzone a Robin Wright. Lei deve aver perdonato l'infedeltà del marito: i due hanno rinunciato alla causa divorzio presentata nello scorso dicembre

San Rafael - Alle volte l’amore trionfa: l’attore Sean Penn e la moglie e collega Robin Wright hanno rinunciato alla causa divorzio presentata a dicembre scorso. Un commissario della Corte superiore della contea di Marin, California, ha rigettato il procedimento giudiziario relativo al divorzio della celebre coppia. Nessuno dei due si è presentato all’udienza di martedì e non sono stati rilasciati commenti sugli ultimi sviluppi.

Sean ci riprova Dopo essere stato lasciato dalla moglie che lo aveva "pizzicato" a letto con due spogliarelliste russe proprio nello stesso hotel in cui i coniugi Penn alloggiavano, l'attore ha deciso di tornare sui suoi passi. Qualche tempo fa i rumors lo volevano molto vicino alla modella Petra Nemcova, ma ora starebbe cercando disperatamente di riconquistare la sua ex, Robin Wright. Secondo il National Enquirer Penn tempesterebbe Robin di telefonate a qualsiasi ora. Ma il rigetto dell’istanza avviene proprio un giorno dopo che i due hanno assistito alla University of California a Berkeley a un concerto di Eddie Vedder, cantante e leader dei Pearl Jam che per Sean Penn ha scritto come solista la colonna sonora del film "Into the wild". L’interprete di "Mystic river" e "Dead man walking" è salito sul palco e ha dedicato a Wright una canzone. Lei deve averlo perdonato...

Il matrimonio La coppia si è conosciuta sul set di un film nel 1990. Sono seguiti sei anni di fidanzamento, le nozze nel 1996 e due figli, Hopper Jack, 14 anni e Dylan Frances, 16. Insieme hanno anche recitato in diverse pellicole, tra cui "Hurlybulry" (1998) e "She's so lovely" (1997) diretto da Nick Cassavetes.