È Seashare il motoryacht del futuro

Sicurezza e grande attenzione ai consumi. L'armatore del futuro sarà molto sensibile all'ecologia e all'ergonomia. È a questi armatori che rivolge Shadow Line, la società proprietaria del marchio Seashare, che lancia sul mercato un nuovo motoryacht di 23 metri con l'ambizioso obiettivo di aggiungere un altro plus: la polivalenza. Una imbarcazione che affronti lunghe crociere, ma anche pratica per l'escursione giornaliera vissuta in tutta comodità. Si tratta del primo modello del progetto Shadow Line: un explorer dislocante, interamente in alluminio, con grandissima autonomia, bassi consumi e ampi spazi esterni polivalenti; le rifiniture e il comfort sono il massimo che un motoryacht di questa categoria possa offrire, così come lo sono l'autonomia e le eccellenti doti marine per lunghi periodi in mare aperto.
Tutta l'operazione si svolge sotto la regia di Raoul Zunino, una lunga esperienza nel settore, il quale ha sviluppato lo studio del progetto con il designer Fulvio De Simoni: il risultato è un concept moderno per un genere molto classico, senza perdere i vantaggi e le caratteristiche marine che questa tipologia di barche offre. Seashare esprime un nuovo concetto di vita a bordo che incomincia appena si salpa grazie alla stabilità, al comfort e alla silenziosità. Si può navigare in tutta tranquillità anche di notte senza disturbare gli ospiti.
Aumenta inoltre il piacere della crociera la grande superficie prodiera che può essere attrezzata come zona solarium oppure come alloggio di un grande tender o una piccola barca a vela (ma anche tre motociclette, o addirittura un auto). Infine la cambusa con frigoriferi e capaci congelatori.