Seat guadagna terreno

Piazza Affari si concede una pausa, dopo il rally delle banche, approfittando del consolidamento degli indici Usa ed europei, poco al disotto dei livelli record raggiunti nelle scorse settimane. Tutti gli indici arretrano dell’1,2%, e solo il Midex storna dell’1,66%, con scambi che hanno raggiunto 6,5 miliardi. Un passo indietro per le banche, specie quelle coinvolte nell’ultimo risiko: Verona e Novara cede il 2,9%, Bpi il 4,8%; ma non sono risparmiate Pop. Milano (meno 3,7%), Mediobanca (meno 3,2%), Capitalia (meno 3,1%) e Montepaschi (meno 2,8%). In controtendenza il warrant Bpi, che guadagna il 4% alla ipotesi di una estensione dell’extra dividendo Bpi anche al warrant medesimo. L’annuncio di una operazione in campo immobiliare ha fatto scendere il titolo Gabetti del 2,5%, ma ha favorito La Gaiana (più 10,7%), per avvicinarsi ai termini del concambio. Crolla Roncadin (meno 17,5%) per la scadenza del lock-up che assegna azioni agli obbligazionisti. In positivo Seat pagine gialle (più 1%) per il lancio degli elenchi telefonici su navigatore satellitare. Quasi del tutto ignorate le blue chip, irregolari gli energetici e seduta nervosa per Alitalia, nel giorno dell’incontro tra Prodi e Cimoli.