Seat, scattano i realizzi

Giornata tranquilla a Piazza Affari, con gli indici che, sul finale, hanno recuperato intorno allo 0,2%; un risultato di poche frazioni migliore rispetto alle altre Borse europee. Con passo lento, ma sicuro, il listino milanese è riuscito a recuperare quasi il 5% dai minimi degli ultimi 12 mesi; ma è vicino ai massimi delle ultime quattro settimane. Unica nota negativa il calo di attività, con 2,5 miliardi di controvalore dei titoli scambiati: un terzo rispetto alle punte segnate nei mesi di marzo e aprile. La giornata ha evidenziato un ritorno di attività sulle banche popolari: se Bpu, Pop. Verona e Novara e Pop. Milano sono state al centro di scambi in aumento, Pop. Intra (più 5,4%) ha risentito delle proposte di transazione con il fallimento Finpart; più calma Pop. Italiana, ma scambi sempre voluminosi nella trattazione dei diritti di opzione. In fermento il comparto assicurativo, con Alleanza di nuovo in risalita (più 2,9%); tiene Ras ma subiscono limature Unipol, Fonsai e Premafin. La debolezza del settore auto in Europa ha penalizzato Fiat (meno 1,7%); realizzi su Seat (meno 1,5%), mentre ancora sulle sabbie mobili i titoli del calcio, con Lazio che arretra del 6,7%, Roma del 3,5% e Juventus del 2,7 per cento.