Seat strappa del 10% Il mercato scommette su nuovi assetti

Seat recupera dopo la perdita dell’1,2% segnata tra giovedì e venerdì sulla scia della pubblicazione dei conti semestrali. Le azioni, sospese per eccesso di rialzo, a fine seduta hanno guadagnato il 10,2%, con un ultimo prezzo a 0,0897 euro. Impennata degli scambi, con 147 milioni di pezzi scambiati (quasi il doppio rispetto alla media dell’ultimo mese), pari all’incirca al 2% del capitale. Dai minimi toccati il 15 luglio a 0,0634 euro le azioni hanno messo a segno un rialzo del 35% circa. Giovedì scorso il management di Seat ha confermato il target di Ebitda a 610 milioni per fine anno. Ma il mercato forse è più sedotto dai nuovi scenari possibili, visto che a marzo è terminato l’accordo tra i soci Al silver, Pg silver, Silcart, Siltarc, Sterling holding, che detengono il 50,4% del capitale, e l’ad Luca Majocchi.