Sec, nuove regole per le società non americane

da New York

I membri della Securities and Exchange Commission, l’Autorità di Borsa americana, hanno raggiunto un accordo preliminare che, se approvato in via definitiva, solleverà le società non statunitensi quotate a Wall Street da un onere che si è rivelato in molti casi gravoso e motivo, tra l’altro, della decisione di alcune società come Ducati (Fiat sta per compiere lo stesso passo) di abbandonare il listino di New York.
Con cinque voti favorevoli e zero contrari, la Sec, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal nella sua edizione on-line, ha votato a favore di un piano che permetterà ai suddetti gruppi di scegliere tra la normativa contabile Usa e quella internazionale, nel momento in cui rendono noti i loro risultati di bilancio.