Un secolo di attività: «da O Vittorio» di Recco fa il suo ingresso tra i Locali Storici d’Italia

Aumenta e tocca quota venti la presenza della Liguria nell’Associazione «Locali Storici d’Italia», oltre duecento antichi e prestigiosi caffè, ristoranti, hotel, pasticcerie e confetterie protagonisti della storia del Paese per i personaggi che li hanno frequentati o per gli eventi di cui sono stati sede o promotori. La new entry è il ristorante «da O Vittorio» di Recco, in attività da oltre 100 anni, gestito dalla famiglia Bisso attraverso 4 generazioni. Ospitato nell’edificio con al suo interno l’antica palazzina rosa delle origini, sopravissuta ai 27 bombardamenti che colpirono Recco nella seconda guerra mondiale, da O Vittorio è una sorta di cenacolo della focaccia col formaggio e degli antichi sapori liguri. Numerose le soste illustri raccontate anche da tante fotografie, da Elettra Marconi, al presidente della Repubblica Luigi Einaudi, Tara Ghandi, nipote del Mathama, Gino Bartali e Fausto Coppi, Dizzy Gillespie, Luigi Tenco e tanti altri.
Nella guida, edita dall’Associazione Locali storici d’Italia, diretta da Claudio Guagnini, Genova è presente con cinque locali: l’Antica Osteria del Bai, dove Garibaldi si concesse il bicchiere della staffa prima di partire con i suoi Mille dallo scoglio di Quarto e dove Papa Pio VII fece sosta durante il viaggio verso la Francia; l’hotel Bristol, quartier generale del comando tedesco nell’ultima guerra e set di «Caccia al ladro» per Alfred Hitchcock; la trattoria Bruxaboschi di San Desiderio con la stessa famiglia ai fornelli da cinque generazioni; il caffè Mangini, cenacolo giornalistico-letterario genovese frequentato da Sandro Pertini, la confetteria Romanengo di piazza Soziglia, fra le più antiche (1780) e famose d’Italia.
Nel Tigullio le segnalazioni della guida sono dieci. Due riguardano Portofino, con l’Hotel Splendido, che ha ospitato il duca di Windsor Edoardo con Wallie Simpson, Rex Harrison e Lilli Palmer, Clark Gable, Ingrid Bergman e Roberto Rossellini, Liz Taylor e Richard Burton, e il ristorante Lo Stella, meta del jet set internazionale. Due citazioni anche per Santa Margherita Ligure con i Grand Hotel Imperial Palace, sede della firma del trattato di Rapallo tra Russia e Germania, e il Miramare, dalle cui terrazze Guglielmo Marconi trasmise i primi segnali di onde radio. Tre gli alberghi storici di Rapallo: l’Hotel Europa, dove nel 1870 trovò rifugio Giuseppe Mazzini e nel 1891 Vittorio Emanuele I; l’Excelsior Palace Hotel, simbolo della Belle Epoque, polo mondano dell’esposizione nazionale del 1891, che ha ospitato Edoardo II e il capitano Dreyfus; l’Hotel Riviera, dove Ernest Hemigway scrisse uno dei «Quarantanove racconti» (Gatto sotto la pioggia) e dove scesero Ezra Pound, re Juan Carlos di Borbone, la duchessa di Kent.