Seconda casa, per i milanesi è un business

Altro che crisi: cresce il fatturato delle agenzie immobiliari che vendono seconde case e cresce il numero dei milanesi che se le possono permettere. Il 62 per cento ci ha visto dietro un grande business e acquista per investire, lo fa a Courmayeur e in Costa Smeralda, ma c’è un vero e proprio boom per il lago di Como. Negli ultimi dieci anni è cresciuto del 29 per cento il numero dei milanesi con seconda casa, anche se il 38 per cento ha acceso un mutuo per poterla acquistare. Dal gruppo naturalmente restano fuori imprenditori e professionisti che mai metterebbero il loro nido in affitto. E non è tutto, c’è anche chi ha investito in una seconda casa in città e ha guadagnato quanto neppure poteva immaginare: almeno il 32 per cento in più di qualsiasi altra località.
Nella scelta dell’abitazione fuori città hanno priorità la facile raggiungibilità, il giardino, un terrazzo, eventualmente il posto macchina e, ultimo must, l’angolo benessere. Questi i parametri dell’appartamento più ricercato per acquisto o vendita: 56 metri, preferibilmente al mare, anche se Courmayeur rimane in cima ai desideri assieme alla Costa Smeralda, seguite da Valtellina, Versilia e laghi lombardi. Perdono terreno la riviera romagnola e le Cinque terre, luoghi storici delle vacanze milanesi.
Un’ultima curiosità: il cinque per cento dei milanesi la seconda casa se l’è fatta a Barcellona e a Parigi, saranno anche snob ma l’idea non è male, detto con tanta invidia.