Seconda stracittadina dell’arbitro Morganti: le «lacrime di Marotta» e la tripletta di Milito

Sarà Emidio Morganti ad arbitrare il derby numero 103 della Lanterna. Probabilmente Enrico Preziosi non ha fatto i salti di gioia quando ha saputo della sua designazione. Troppo fresco il ricordo dell'ultima partita arbitrata dal fischietto di Ascoli Piceno, Genoa - Juventus un mese fa: 0-2. «Le lacrime di Marotta hanno funzionato - sbottò il patron a fine gara. - Infatti è arrivato un arbitro, Morganti, molto esperto che ha una deroga per arbitrare e dopo questa stagione andrà in pensione». Da un lato Preziosi intendeva rinfacciare a Marotta le sue lamentele post Juve - Roma, dall'altra il presidente del Genoa non aveva gradito le cinque ammonizioni ai suoi giocatori e il rigore negato a Marco Rossi per la spinta di Felipe Melo. Morganti era anche quello che il 7 marzo 2009 convalidò il gol fantasma di Balotelli in Genoa - Inter 0-2. A far da contraltare c'è però il ricordo del derby vinto 3-1 dai rossoblù grazie una tripletta di Milito. L'arbitro di Ascoli Piceno lasciò il Genoa in 9 e la Samp in 10, convalidando due gol in fuorigioco, uno per parte.
Intanto la Lega ha fissato l'orario della partita di coppa Italia tra Inter e Genoa: si giocherà mercoledì 12 gennaio alle 21 (diretta su Rai 2).
Se il campionato finora è stato avaro di soddisfazioni per Enrico Preziosi, non si può dire lo stesso del suo gruppo che prosegue il trend di crescita nel secondo semestre 2010. Mentre i ricavi di vendita si sono attestati a 939,9 milioni (+ 8,6 % rispetto al 30 giugno 2009), l'indebitamento finanziario della Giochi Preziosi è diminuito di 32 milioni. Il maggior contributo alla crescita è derivato dalla vendita dei Gormiti e dei prodotti su licenza (Hello Kitty e Disney Fairies).