Sedan: abbiamo provato l’Audi A3 tre volumi

La più piccola tra le ammiraglie Audi si chiama Sedan. L’impatto estetico è gradevole e alla guida il terzo volume proprio non si percepisce. Avrà successo in Italia la A3 berlina? Costa 1.300 euro in più della Sportback e arriverà nelle concessionarie a settembre

146 mm: tanto misura in più la A3 Sedan rispetto alla A3 Sportback (leggi qui la nostra prova della A3 Sportback), e stanno tutti nello sbalzo posteriore. Il passo è infatti identico a quello delle due volumi e il motivo è che anche la A3 Sedan è costruita sulla piattaforma MQB, la stessa anche di Golf VII (leggi qui la prova), Seat Leon (leggi qui la prova) e Skoda Octavia (leggi qui la prova).

Alla guida dunque il volume in più proprio non avverte e l’indole della A3 Sedan rimane sportiva, senza rinunciare comunque a comfort e silenziosità di marcia: è bilanciata e piacevole in ogni situazione e inoltre la A3 Sedan è facile e intuitiva. È rapidissima negli inserimenti in curva, anche grazie allo sterzo diretto e preciso come poche altre auto ed è stabile, anche nelle curve affrontate a velocità sostenuta, dove mantiene la traiettoria impostata senza nessuna sbavatura. La frenata poi è da riferimento assoluto per potenza e modulabilità.

Di certo il terzo volume dividerà gli appassionati italiani della compatta di Ingolstadt: nel Bel Paese infatti il mercato delle tre volumi compatte rappresenta appena il 5% del mercato, ma Audi con questo azzardo non ha fatto altro che rispondere agli attacchi di Mercedes e BMW che, con CLA (leggi qui la nostra prova) e Serie 1 coupé hanno dimostrato di credere ad un rilancio del segmento anche in Italia.

Più spazio per i bagagli:
Grazie al terzo volume il bagagliaio guadagna 45 litri (in totale è 425 la capienza) rispetto alla Sportback, anche se, senza portellone, è ovviamente meno pratico, pur potendo contare sull’abbattimento dei sedili posteriori (40/20/40), che porta la capienza complessiva a ben 880 litri.

Versioni: costa 1.300 euro in più della Sportback.
Per l’Italia la A3 Sedan è disponibile in due motorizzazioni benzina turbo e un turbo Diesel,  tutti accompagnati dalla trazione anteriore; più avanti arriveranno anche la trazione quattro e la versione S3 (con il 2.0 TFSI da 300 cv).
Per ora quindi si possono  scegliere1.4 TFSI da 140 cv e il 1.8 TFSI da 180 cv abbinati al cambio S tronic a 7 rapporti ed il 2.0 TDI da 150 cv con cambio manuale a sei rapporti.

I prezzi? Rispettivamente di 29.700 euro, 31.200 euro e 29.400 euro, cioè circa 1.300 euro in più delle corrispondenti versioni della A3 Sportback
Quanto agli allestimenti, si potrà optare per:
Attraction, che propone di serie l'assetto dinamico, l'Audi Drive Select, i cerchi in lega da 17", rivestimenti dei sedili in tessuto Marathon, computer di bordo e volante in pelle.
Ambition (1.600 euro in più), che comprende assetto ribassato di 15 mm, cerchi da 18", sedili sportivi, computer di bordo a colori, terminali di scarico cromati e volante sportivo in pelle a tre razze e la più pregiata Ambiente (proposta allo stesso prezzo dell’Ambition), che ha cerchi a 10 razze da 17", inserti look 3d, pacchetto alluminio, pacchetto luci, fendinebbia e regolatore di velocità.

Benzina o Diesel?
Due parole sulle motorizzazioni che abbiamo avuto occasione di testare, il 1.4 benzina e il 2.0 Diesel.
Il 1.4 TFSI ha un’erogazione piena, grazie al turbo, ad ogni regime e l’allungo è di tutto rispetto; i suoi 140 cavalli spingono la A3 Sedan fino a 217 km/h e la fanno accelerare da 0 a 100 km/h in 8,4 secondi.
Il 1.4 benzina dispone inoltre del sistema COD di serie, che attraverso la disattivazione automatica di due dei quattro cilindri (quando non sono richiesti) permette di contenere consumi ed emissioni.  

Il massimo del gusto di guida comunque si ha con il 2.0 TDI, rotondo e corposo sin dai regimi di rotazione più bassi; gli manca ovviamente l’allungo del TFSI ma esprime il massimo della coppia (320 Nm) ad appena 1.750 rpm e questo consente uscite fulminee anche dalle curve più strette.

Vuoi sapere tutto sul mondo di auto e moto? Approfondisci su RED Live.