Seduta-fiume in Consiglio Ma il bilancio non si approva

Nemmeno una maratona di quasi 18 ore è stata sufficiente per approvare il bilancio. Il Consiglio comunale di Monza ha visto svolgersi probabilmente la più lunga sessione della sua storia (dalle 9 del mattino fino alle 2 e 30 della notte). All'ordine del giorno il bilancio 2006, la cui discussione era appesantita da quasi 600 emendamenti presentati dalle opposizioni: opposizioni che, però si sono palesemente spaccate in sede di discussione. Lega Nord e Forza Italia hanno ritirato buona parte delle proposte di modifica al documento presentato in aula dal vicesindaco e assessore al bilancio Roberto Scanagatti, con il positivo risultato di vedere alcuni dei loro emendamenti approvati in aula.
Diversa la linea di Udc e An che hanno mantenuto le centinaia di emendamenti presentati. Nonostante circa 460 di questi fossero stati accorpati a 67, l'aula non è riuscita ad esaminarli tutti. Seduta rinviata quindi a stasera, penultimo giorno utile per l'approvazione del bilancio prima del ricorso all'esercizio provvisorio: per evitarlo sarà forse necessaria un’ulteriore seduta-fiume.