«Un seggio per votare anche in Fiera»

È una proposta che è arrivata dagli imprenditori che esporranno i loro prodotti in Fiera proprio nel periodo delle prossime elezioni politiche. «Ma perché non si può mettere un seggio elettorale anche in Fiera?»: se lo domanda chi parteciperà al Salone del Mobile, in programma dal 5 al 10 aprile, quindi nel pieno delle elezioni politiche, nel Nuovo polo fieristico milanese di Rho-Pero. «In fondo anche gli italiani all’estero votano. Perché - chiedono gli imprenditori, che ieri hanno incontrato la stampa - noi dovremo rinunciare al nostro lavoro per esercitare i nostri diritti, oppure rinunciare a votare?». Niente paura, invece, sul fronte dei numerosissimi visitatori: il weekend è tradizionalmente aperto al pubblico, «che voterà la mattina e verrà a visitare il Salone subito dopo», mentre i compratori sono attesi durante la settimana.