«Segnale forte dal voto: non cambiare rotta»

Letizia Moratti è visibilmente soddisfatta dei risultati delle politiche e guarda con grande ottimismo alle elezioni per Palazzo Marino: «Si tratta di riaffermare con forza, il 28 maggio, i valori della Cdl che hanno vinto a Milano e in Lombardia». Principi che il ministro elenca: «Rispetto al primato di uno Stato centralista, dirigista e burocratico, hanno vinto i valori della persona, della famiglia, della modernizzazione, della solidarietà senza assistenzialismo e della sussidiarietà». Letizia Moratti parla di una legge speciale per Milano e rilancia anche la sua lista civica, che sarà presentata il 18 aprile nonostante i dubbi dei partiti e in particolare dell’Udc. La candidata taglia corto: «La lista civica è stata concordata con Berlusconi, Casini, Bossi e Fini, quindi non ci sono verifiche da fare in questo senso». Luigi Casero, il commissario cittadino di Forza Italia, conferma il via libera: «Siamo già d’accordo, sarà una lista solo per il Comune e non per le zone». E sulla base dei risultati il commissario vicario, Tiziana Maiolo, chiede «il vicesindaco e deleghe pesanti per Forza Italia».