A Segrate multe false sulle auto

Un pesce d’aprile decisamente fuori stagione. È quello organizzato a Segrate da qualche burlone. La scorsa settimana un cittadino ha trovato sul parabrezza dell’auto un verbale dei vigili, con una sanzione da capogiro che lo ha insospettito. Si è rivolto ai vigili, che hanno riconosciuto il vecchio preavviso di sosta di colore verde, riprodotto a pennello da qualcuno che voleva fare uno scherzo. Ma non è stato un caso isolato. Venerdì scorso, su tutte le auto in via Gilera a Redecesio è comparsa la multa falsa, con sanzioni maggiorate da 131 a 400 euro. «Una scansione perfetta dei vecchi verbali», ammette il comandante dei ghisa, Lorenzo Giona. Il Comune ha avvisato i cittadini attraverso il giornale gratuito distribuito in tutte le portinerie di Segrate, ma se lo scherzo dovesse continuare ricorrerà anche a manifesti. «Stiamo effettuando accertamenti - conferma l’assessore alla Sicurezza Ruiu -, i cittadini controllino bene i verbali e, in caso di dubbi, non effettuare subito versamenti ma recarsi al Comando». Non si tratta di truffa, perché il numero del conto corrente è quello della polizia locale, «ma è uno scherzo stupido, di qualcuno che forse neanche immagina di essere incorso in reati gravi, come il falso in atto pubblico, e se identificato dovrà risponderne».