Il segreto di Stato può durare al massimo 30 anni

La legge di riforma dei servizi segreti, entrata in vigore lo scorso 12 ottobre, prevede che il segreto di Stato può durare al massimo 30 anni. Se ne è parlato ieri al Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir), nel corso dell’audizione del presidente del Consiglio, Romano Prodi. È l’articolo 39 della legge a definire questo aspetto. Sono coperti dal segreto di Stato «gli atti, i documenti, le notizie, le attività e ogni altra cosa la cui diffusione sia idonea a recare danno all’integrità della Repubblica, anche in relazione ad accordi internazionali, alla difesa delle istituzioni poste dalla Costituzione a suo fondamento, all’indipendenza dello Stato rispetto agli altri Stati e alle relazioni con essi, alla preparazione e alla difesa militare dello Stato».