Seguire le orme di due fratelli cinesi per non cadere nelle nevi infuocate

Ecco i libri che la redazione cultura del Giornale ha letto per voi e che vi segnala, divisi per categorie serie e semiserie.
DA NON PERDERE
Brothers di Yu Hua (Feltrinelli, pagg. 248, euro 16). Un racconto denso come il Fiume Giallo in piena trascina il lettore dalla rivoluzione culturale sino alla Cina di oggi. La tragicommedia di due fratelli si trasforma in un bellissimo racconto corale firmato da uno dei più bravi scrittori cinesi.
SE VI FOSSE SFUGGITO
Al di sopra della mischia di Romain Rolland (Aragno, pagg. 83, euro 10). In moltissimi lo citano. Pochissimi lo leggono. Questo librino dà la possibilità di confrontarsi con un pensatore che ebbe il coraggio di parlare di pace (ma soprattutto del sentimento della pace) quando l’Europa tutta correva alla prima Guerra mondiale.
DA SPIAGGIA
Corsa verso il baratro di Elizabeth George (Longanesi, pagg. 482, euro 18,60). La George è una scrittrice da best seller che è riuscita nella non facile impresa di rivitalizzare il giallo di impianto classico. Fra le sue pagine venite risucchiati in una narrazione che vi porta senza strappi e sobbalzi. Adatto a spiagge dove leggere a lungo ma senza impegno.
DA TASCA
Nuovi miti d’oggi a cura di Jérôme Garcin (Isbn, pagg. 171, euro 15). Sulle tracce di un classico di Roland Barthes di cinquant’anni fa l’intellighenzia francese si diverte di nuovo a catalogare i miti popolari del mondo d’oggi. Giochino colto e volontariamente lacunoso (in modo che si possa dire la propria) che non può mancare nelle tasche di ogni intellettuale da bar vista mare.
DA CESTINO
Nevi infuocate di Diana Gabaldon (Corbaccio, pagg. 668, euro 19,60). Romanzone storico con viaggiatori nel tempo e con ambiziosa dedica a Charles Dickens, Robert Louis Stevenson e svariati altri preziosi numi tutelari della letteratura. Nonostante vengano invocati, non sembrano aver miracolato l’autrice, la cui narrazione ha molto mestiere e poche idee.