Sei collane di "gioielli"

Creata da Aldo Canovari e Carlo Cingolani a Macerata nel 1986, la casa editrice Liberilibri ha oggi un posto di primo piano nel panorama editoriale italiano, dov’è punto di riferimento per il pensiero libertario. Sei sono le collane proposte: «Oche del Campidoglio», «il Monitore Costituzionale», «il Circo», «Narrativa», «Altrove» e «Hic sunt leones». «Oche del Campidoglio» raccoglie opere di ogni tempo che rappresentano contributi rilevanti per il cammino delle libertà individuali: testi inediti o da decenni fuori catalogo e pressoché ignoti se non agli «addetti ai lavori». Alcuni titoli: «Discorso sulla servitù volontaria» di Étienne de La Boétie (1553), «Difesa della società naturale» di Edmund Burke (1756), «Facezie» di Voltaire (1740), «La libertà e la legge» di Bruno Leoni (1961), «Discorso sul libero pensiero» di Anthony Collins (1713), «Difendere l’indifendibile» di Walter Block (1976), «Antifona» e «La virtù dell’egoismo» di Ayn Rand (1938, 1964), «Per una nuova libertà», «Il manifesto libertario» e «L’etica della libertà» di Murray N. Rothbard (1973, 1982). La collana, «il Monitore Costituzionale» è una raccolta di «pilastri» del costituzionalismo moderno, dalla Magna Carta alle più recenti dichiarazioni dei diritti. Ai romanzi e ai racconti della collana «Narrativa», che privilegia riscoperte e distopie, si affiancano le pièces teatrali de «il Circo». «Altrove» ospita espressione del pensiero e dell’arte attraverso parole o immagini. L’ultima nata, «Hic sunt leones» propone alcune «eresie» del pensiero liberale e libertario. Per ulteriori informazioni vedere http://www.liberilibri.it/profilo.php.