Sei comuni al ballottaggio, sfida-clou a Latina

Sono sei i comuni del Lazio che domenica e lunedì vanno alle urne per il ballottaggio. Si tratta di quelli con più di 15mila abitanti nei quali nel primo turno nessun candidato sindaco ha ottenuto la maggioranza assoluta. La sfida più importante è quella di Latina, dove il sindaco uscente Vincenzo Zaccheo, sostenuto dalla Casa delle Libertà, al primo turno ha mancato la rielezione immediata per poche centinaia di voti, fermandosi al 49,49 per cento. Non dovrebbe avere difficoltà a battere Maurizio Mansutti (22,76), sostenuto dai partiti dell’Unione. Il consigliere regionale Fabrizio Cirilli, che la primo turno ha ottenuto il 21,92, ha lasciato libertà di coscienza ai suoi elettori. Più equilibrata la sfida a Sabaudia, dove però il centrodestra di fatto ha già vinto: a contendersi la poltrona di sindaco sono infatti Alessandro Maracchioni (Forza Italia, Udc e altri) e Salvatore Schintu, (An, due liste civiche e altri). Maracchioni, che con il suo 38,22 per cento del primo turno parte in pole position (Schintu ottenne in 31,58) potrà contare anche sul 3,68 per cento ottenuto dalla Margherita. A Gaeta Massimo Magliozzi (CdL, 37,13) se la vedrà con Antonio Raimondi, sostenuto da due liste civiche (28,29), ma anche dal centrosinistra, che al primo turno aveva candidato Pasqualino Magliuzzi (terzo con il 26,91).
In provincia di Viterbo, a Tarquinia è sfida tra Mauro Mazzola (Ds, Margherita, Comunisti italiani, Pri e lista civica) e Alessandro Giulivi (centrodestra). A primo turno Mazzola al 42,33 e Giulivi al 40,74, ma Giulivi può «sommare» in teoria il 5 per cento dell’Udc, che al primo turno aveva candidato Renato Bacciardi.
In provincia di Roma, al ballottaggio Ardea e Ladispoli. Ad Ardea si sfidano Carlo Eufemi (centrodestra, 47,02 per cento) e Mauro Giordani (centrodestra), sostenuto da parte del centrodestra (39,80). A Ladispoli il candidato del centrodestra Piero Riuscito è avanti (39,22) ma quello del centrosinistra Crescenzo Paliotta (36,85) conta di recuperare qualche voto sottratto al primo turno dalla candidatura di Marco Pierini (17,37).