«Sei libero». Ma torna in cella prima di uscire dalla galera

Era stato arrestato e condannato, con due connazionali, per una rapina in villa mancata nel vicentino; ieri, grazie all'indulto, è stato rimesso in libertà ma subito arrestato perché su di lui gravava un ordine di cattura internazionale per un gesto analogo. Protagonista della vicenda è Stoian Petrica, romeno di 19 anni, che alcuni anni fa aveva tentato di assaltare l’abitazione di un imprenditore orafo di Torri di Quartesolo (Vicenza). I rapinatori si stavano introducendo nell’abitazione ma il proprietario, per sventare il gesto, non aveva esitato a sparare alcuni colpi di pistola in aria mettendo in fuga Petrica e i suoi due complici che vennero poi individuati e arrestati. Ieri per Petrica si è aperta la porta del carcere, ma non essendo in regola con il permesso di soggiorno la polizia ha raccolto informazioni sul suo conto per il rimpatrio forzato in Romania. Proprio dal paese d’origine del giovane è arrivata la segnalazione che questi era ricercato per una tentata rapina a Bucarest nel 2004. Petrica è così uscito dalla cella ma per poco; infatti non è mai giunto alla soglia del carcere San Pio X di Vicenza perché, visto l’ordine di cattura internazionale, è stato subito rinchiuso nuovamente.