Sei medaglie d’oro al formaggio italiano

Italia, sei medaglie d’oro, sugli scudi lo scorso fine-settimana a Verona alle Olimpiadi dei formaggi di montagna. Giocando anche in casa, ha superato la Svizzera (5) e strapazzato la Francia (2), quindi un oro a testa per Austria e Spagna. I formaggi italiani top sono la Robiola di Roccaverano di Simone Stutz a Mombaldone (Asti), la Scamorza affumicata della Coop Ottomarzo a Sant’Ambrogio Valpolicella (Verona), il Provolone del Monaco di Francesco Apreda a Sorrento (Napoli), il Blue d’Aoste della Centrale laitière Vallée d’Aoste di Gressan (Aosta), il Formaggio col pepe di Dario Gugole a San Giovanni Ilarione (Verone) e il Parmigiano Reggiano oltre 30 mesi della Latteria sociale Tabiano a Viano (Reggio Emilia). Le categorie? Rispettivamente Formaggi freschi; a pasta fresca, a pasta filata matura, erborinati, semiduri con additivi aromatizzati ed extraduri.