Sei nomi (nuovi) per la squadra di Campodonico

Sei nomi. Sei volti nuovi della politica rapallina. Col 46,12 per cento dei voti al primo turno, Mentore Campodonico, candidato sindaco di Rapallo per il centrodestra, si prepara al secondo round e, in vista del ballottaggio, mette in campo la sua squadra. Un vice sindaco e cinque assessori. A Roberto Di Antonio (Udc) andrà, in caso di vittoria, la seconda carica cittadina. Gli altri, designati al titolo di assessore, sono Roberto Spelta, Mario Fracchia, Pino D'Asta, Francesco Errico, Franco Parodi e Corrado Castagneto. Sei assessori, contando il vicesindaco che avrà anche qualche delega, ai quali potrà essere aggiunto un settimo nome nei giorni a venire.
«Oggi sono particolarmente contento perché abbiamo dato vita a una squadra forte e rinnovata che guiderà la città nei prossimi cinque anni», ha detto Campodonico ieri all'Hotel Miramare di Rapallo. Una scelta, quella di rivolgersi a «tecnici competenti», dovuta a due ragioni, spiega il candidato sindaco: «innanzitutto non volevamo distrarre persone elette in consiglio comunale trasferendole in giunta. In tal caso queste persone avrebbero dovuto dimettersi dal consiglio la cui composizione è stata decisa dagli elettori». «E le scelte fatte dagli elettori devono essere rispettate fino in fondo», ci tiene a precisare Campodonico fedele allo slogan: «Il cittadino al centro». Inoltre, aggiunge Campodonico, «volevamo portare idee nuove e nuove competenze nell'amministrazione della nostra città che nei prossimi anni dovrà affrontare importanti sfide, come quella turistica o della viabilità».
Una squadra, quella di Campodonico, che non è andata giù al suo avversario, Ezio Armando Capurro, che al primo turno ha ottenuto il 33,8% delle preferenze. «Noi la faccia abbiamo il coraggio di mettercela, non abbiamo bisogno di specchietti per le allodole», va all'attacco Maurizio Roncagliolo, alleato di Capurro con una propria lista, quando in città iniziano a circolare i nomi messi in campo dal centrodestra. Da parte loro, Capurro e Roncagliolo ieri hanno definitivamente ufficializzato anche la propria di squadra. Ai nomi già diffusi nei giorni scorsi (Silvano Mele, Paolo Iantorno, Giorgio Costa, Roberto Zunino), sono stati aggiunti quelli di Piergiorgio Brigati e Pierangelo Paganini. Tutti, tranne Brigati, ex assessori e consiglieri comunali uscenti.