Sei reti al Marsala: Roma in A2 e festa nella Fontana di Trevi

È fatta. Ora non c’è più storia. E neanche matematica: con quei 63 punti in 22 partite, di cui 21 vittorie e una sconfitta, le ragazze della Roma Calcio Femminile sono ufficialmente promosse dalla B alla A2. Una promozione che era nell’aria dopo che le capitoline, domenica scorsa a Trigoria, si erano prese una bella rivincita proprio su quel Sezze che tanto le ha fatte penare fino alla fine. Già, perché l’unica sconfitta rimediata in questo campionato il gruppo del duo Cola-Serafini l’aveva portata a casa quel maledetto 14 gennaio proprio contro le setine: da allora, fino a domenica scorsa, un torneo al cardiopalma con continue vittorie di entrambe le compagini ma che lasciavano le romane a -1 sulla capolista. Fino a domenica scorsa, appunto, quando la Roma, vincendo 2-0 sul Sezze, andava a +2 in classifica ma non aveva ancora la matematica certezza di salire in A2. Certezza che è arrivata ieri con la partita giocata in terra di Sicilia contro il Marsala. Un incontro che le capitoline non hanno preso sottogamba perché «è una regola dello sport che chi è ultimo in classifica può avere una spinta di orgoglio». Ma la sentenza è stata inesorabile: 6-1 il risultato finale, 4 gol della Parejo, uno di Mazzantini e uno di Bischi. E ora festa per la società giallorossa presieduta da Giuseppe Petrungaro. Una festa particolare, dietro la quale si cela una promessa: un bagno a Fontana di Trevi. E, si sa, le promesse sono promesse.