Seimila nuovi alloggi popolari: subito 200 milioni per i cantieri

L’intervento del governo dà il via alla realizzazione di 5-6mila nuovi alloggi popolari, prima tranche del piano triennale previsto dalla Finanziaria, che fissa l’obiettivo di 20mila nuovi appartamenti pubblici entro il 2011. Proprio ieri la Conferenza unificata Stato-Regioni ha sbloccato il fondo per l’intervento, 550 milioni di euro: i primi 200 milioni saranno subito a disposizione delle Regioni che aderiscono al piano, la seconda tranche da 350 milioni sarà investita nei prossimi mesi. Le nuove case sono destinate in via prioritaria a giovani coppie, anziani, studenti e immigrati regolari. Proprio su questo punto, però, la Lega ha manifestato forti perplessità: per il ministro Bossi, «gli alloggi devono essere assegnati in via prioritaria agli italiani, ci sono già troppi extracomunitari davanti ai nostri cittadini nelle graduatorie di assegnazione». La maggioranza sembra comunque vicina all’accordo definitivo, forse già oggi nel Consiglio dei Ministri. Le nuove case popolari saranno offerte in affitto a prezzi calmierati, con diritto di riscatto per gli inquilini anche attraverso l’offerta di mutui agevolati espressamente prevista dal piano casa.