Sel contro Merola «razzista»

La strada verso il Nuovo Ulivo è disseminata di ostacoli. A Bologna, infatti, è scontro tra i vendoliani e la giunta guidata dal sindaco Pd Virginio Merola accusata di discriminazione verso i cittadini extracomunitari. Nel capoluogo emiliano, infatti, per candidarsi al ruolo di rilevatore per il prossimo censimento, è necessaria la nazionalità italiana. «Un enorme pastrocchio» secondo Sel che accusa di «inaccettabile superficialità» l’amministrazione. E la strigliata va a sommarsi alla causa per discriminazione già mossa dall’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione nei confronti del Comune, che non avrebbe mai risposto alla richiesta di riaprire il bando. Diversamente da quanto accaduto a Genova, Milano, Perugia e Roma, nel capoluogo emiliano, secondo la coordinatrice provinciale di Sel Cathy La Torre, la richiesta non sarebbe stata presa in considerazione. AZ