Selesta prepara l’ingresso in Borsa per conquistare il mercato europeo

Da Ansaldo arriva il nuovo presidente Gagliardi

Ampliamento delle posizioni sul mercato europeo e obiettivo Borsa. Sono gli obiettivi dichiarati di Selesta Ingegneria, azienda genovese del comparto hi-tech, che ieri mattina ha illustrato le strategie per il futuro. Un futuro che camminerà anche sulle gambe di un management rinnovato e rafforzato. Accanto all'amministratore delegato Giorgio Garaventa, infatti, arriva un nuovo presidente, Giovanni Roberto Gagliardi, già alla guida di Ansaldo Sts, società del gruppo Finmeccanica.
Gagliardi e Garaventa hanno spiegato che «l'azienda si muove seguendo logiche di sviluppo, ponendosi due traguardi: lo sbarco a Piazza Affari e un più capillare posizionamento in Europa, dove alla significativa presenza in Francia, Spagna e Svizzera contiamo di affiancarne altre non meno rilevanti».
Una scommessa che la società basa su fondamentali solidi: oltre 200 dipendenti, ricavi che lo scorso anno hanno superato i 25 milioni di euro. Ma sono soprattutto i prodotti l'arma che Gagliardi e Garaventa ritengono vincente. La società è specializzata nella realizzazione di software e hardware dedicati alla sicurezza, alla gestione delle risorse umane e allo sviluppo dei processi industriali.
La progettata quotazione in Borsa è un traguardo che viene indicato a medio termine e che, in ogni caso, dipenderà anche dall'andamento dei mercati finanziari. Dagli investitori borsistici, tuttavia, Selesta conta di ricevere la fiducia necessaria per raccogliere le risorse da destinare ai suoi piani di crescita. Selesta Ingegneria è presente nel mercato da oltre 30 anni ed è leader nel settore delle soluzioni integrate dedicate a Controllo Accessi, Rilevazione e Gestione Presenze, Controllo Avanzamento della Produzione. La società produce inoltre sottosistemi e apparati elettronici di elevata complessità per importanti aziende dei settori dell'automazione, del biomedicale e dei trasporti. Selesta Ingegneria, inoltre, controlla tre società: Hugnot Automation, con sede a Milano, con tecnologie particolarmente adatte alla piccola impresa; Seling France, che costituisce la prima presenza internazionale diretta; Seling Sud, che localizza nei dintorni di Potenza una ulteriore capacità di ingegneria e di produzione. «Nell'insieme - ha concluso Roberto Gagliardi - ho trovato in Selesta Ingegneria un'azienda particolarmente coesa nelle sue strutture principali e, alla luce delle mie precedenti esperienze, ha certamente le potenzialità necessarie per giocare e vincere la propria sfida».