Selex firma in Algeria contratto da 230 milioni

da Milano

Importante successo per Selex Sistemi Integrati, la società di Finmeccanica guidata da Marina Grossi che si è aggiudicata una commessa del valore di 230 milioni per fornire alla gendarmeria algerina un sistema integrato di sorveglianza e sicurezza. Il contratto, ottenuto superando una forte concorrenza internazionale, prevede che la fornitura sia completata nell'arco di 30 mesi. Selex Sistemi Integrati è il contraente principale, responsabile per l'architettura del sistema di comando e controllo e per la realizzazione complessiva della rete di sicurezza interna della gendarmeria nel sud del Paese. Si prevede il collegamento di 250 centri di controllo locale ai centri di comando provinciali, regionali e al comando centrale, nel quadro del programma Runitel. Il programma vede il coinvolgimento di altre aziende di Finmeccanica: Selex Communications è responsabile per la rete di comunicazioni fissa, mobile e satellitare e Elsag Datamat si occuperà dello sviluppo delle applicazione software del sistema. Selex Sistemi Integrati nell'ambito di Finmeccanica ha la «missione» di sviluppare e proporre grandi sistemi integrati e sta puntando molto nell’area della sicurezza interna, integrando le capacità delle altre società del gruppo. Ha già ottenuto commesse significative, ma il contratto algerino aumenta le possibilità di successo in altri Paesi dove Selex offre sistemi «su misura».