In sella alla «biga elettrica» i vigili inseguono gli abusivi

da Alassio

Roba da imperatori, che Alassio da oggi viaggia in biga. Elettrica e fricchettona, a strizzare l'occhio alla Miami in calzoncini corti e Ray-Ban. Venti centimetri guadagnati in altezza, velocità tra i 6 e i 20 chilometri orari, niente casco, rumore ed inquinanti di sorta. Un paio di giocattoli che il Comune consegna alla polizia municipale per «contrastare il commercio abusivo - spiega il sindaco Marco Melgrati - e consentire una rapidità d'intervento, oltre al forte segnale di ricerca ecologica». È il Segway PT: un gioiellino di tecnologia e inventiva controllato da un piccolo e tondo info key senza fili. Chassis, due ruote, due motori e due computer per 42 chili in tutto e un'autonomia di 40 chilometri. Guida affidata a comandi manuali e sensori, baricentro spostato per accelerare o fermarsi, girare su se stessi o svoltare. Ops, tutto di manubrio e oscillazioni di bacino. «Alassio è un città sicura - tranquillizza il consigliere comunale Rinaldo Agostini - ma la qualità della nostra offerta deve essere garantita da certi standard».
Bella, bellissima la biga e Melgrati la prova nonostante il tutore al braccio. Qualche incertezza, ma l'oggetto mica si ribalta. A giro prova la piazza: il comandante dei vigili declina l'invito che quelle due ruote lì vanno ancora digerite, ma la inforca un giovanotto della guardia costiera, perché la biga scorrazzerà in spiaggia. «Con il modello fuoristrada (pneumatici più larghi e parafanghi) - documenta Fabio Monaco della Direzione Segway Italia - gli agenti possono percorrere in sicurezza marciapiedi sconnessi, strade irregolari, parchi, passerelle, spiagge e saltare scalini. Alassio è la prima in Liguria a dotarsene. La stanno sperimentando Ravenna, il carcere di Rebibbia e 15 stazioni della Polfer. «Economica, con un euro di elettricità 600 chilometri di autonomia», ha un alimentatore intelligente che ricarica la macchina e la spegne se nessuno la usa. «È classificata come pedone, niente bollo, assicurazione e casco». Costo? «Dai 4.995 euro più Iva per il modello normale ai 5.400 del fuoristrada». Melgrati ci prende gusto: «Alassio ha una qualità della vita altissima e lo dimostra un mercato immobiliare alle stelle». E poi vuoi mettere, «l'effetto vigile in divisa bianca sulla biga non è male». Scalda i motori la bella Alassio, è lo spirito della stagione che parte, di Massimo dei bagni Lina che plaude Melgrati per l'idea: «Figurati le clienti». Già, tara a parte, in biga elettrica a fare la differenza.