Sella, fuga e vittoria sulle Dolomiti

Il corridore della Csf-Group Navigare inventa una fuga solitaria a lunga gittata e vince per distacco la tappa da Verona all'Alpe di Pampeago. Il milanese Bosisio strappa la maglia rosa a Visconti

Alpe di Pampeago (Trento) - Emanuele Sella, della Csf Group-Navigare, ha vinto per distacco, e dopo una lunghissima fuga, la quattordicesima tappa del Giro d'Italia, da Verona all'Alpe di Pampeago, in Val di Fiemme, per un totale di 195 km. Al secondo posto, staccato di qualche minuto, si è piazzato il bielorusso Vasil Kiryienka (Tinkoff); terzo lo spagnolo Jaoquin Oliver Rodriguez (Caisse d'Epargne), a più di 5' da Sella. Quarto, a oltre 7', il venezuelano José Humberto Rujano (Caisse d'Epargne, quinto il toscano Paolo Bettini (Quick Step).

Bosisio in rosa Il milanese Gabriele Bosisio, 27 anni, che aveva vinto la settima tappa del 91/mo Giro d'Italia (con arrivo a Pescocostanzo, in provincia dell'Aquila, il 16 scorso), è il nuovo leader della classifica generale del Giro. Bosisio prende il posto del palermitano Giovanni Visconti, che è giunto sul traguardo dell'Alpe di Pampeago con un ritardo di oltre 16'.