«Sembrano capitan Tentenna Chissà Cappato cosa dirà?»

«Adesso basta tergiversare, la giunta Pisapia dica chiaramente che intenzioni ha su Ecopass». A parlare così è il vicepresidente del consiglio comunale ed ex assessore alla Mobilità Riccardo de Corato. «La città ha bisogno di sapere che cosa succederà».
L’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran ha annunciato una soluzione per il 30 ottobre...
«L’assessore continua a spostare il termine: prima si era detto che dopo i referendum avrebbero preso una decisione, poi si era ipotizzato il nuovo Ecopass per il 30 settembre, poi il 31 dicembre. La giunta tentenna e Pisapia, come un gambero, fa un passo avanti e due indietro».
Anche sulle tariffe da applicare pende un gran punto di domanda...
«Appunto, non si sa come verrà modulato il nuovo ticket né quando. Passato il referendum, gabbato lo santo. Voglio vedere come la metteranno con Cappato...»
Come, scusi?
«Marco Cappato è stato eletto in consiglio con i voti dei refendari».
La maggioranza però sembra avere le idee chiare su come trattare i commercianti...
«A luglio il sindaco Pisapia ha promesso ai commercianti che non avrebbero pagato il pedaggio, mentre dopo il referendum si dicevano altre cose. Come giustificheranno ora la marcia indietro, soprattutto gli sconti ai commercianti? Hanno preso in giro i rappresentanti dei comitati promotori dei refendum. Per non parlare del consiglio...»
Cioé?
«In consiglio comunale straordinario sui refendum è rimasto a metà: abbiamo solo fatto in tempo ad ascoltare la relazione programmatica dell’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran, ma non c’è stata la discussione».
Chiederete un altro consiglio sul tema?
«Certamente, appena riprenderanno i lavori dell’aula, la seconda metà di settembre chiederemo subito un consiglio straordinario su Ecopass e referendum. Ma dopo il rincaro dei biglietti Atm si continuano a dare messaggi contraddittori alla città».
L’aumento del biglietto è chiarissimo
«Certo, ma è in contraddizione con l’obiettivo di snellire il traffico: con Ecopass avevamo ottenuto una diminuzione del traffico del 17 % nella Cerchia dei Bastioni. Ora con il biglietto a 1,50 euro i milanesi giustamente torneranno a circolare in auto. abbiano il coraggio di dirci, dati alla mano, come è cambiato il traffico nell’area dopo l’aumento del biglietto».