«Sembrava il far west, non ci credevo»

Dopo aver sparato per uccidere, uno dei due banditi feriti, quello catturato, pretendeva che i soccorritori curassero lui per primo. «Allora mi volete far morire – gridava – aiutatemi». «Era arrogante e sfrontato, tanto che insultava quelli dell’ambulanza», hanno raccontato alcuni testimoni, sconvolti per la sparatoria che ha gettato nella paura il tranquillo paesino dell’hinterland. «La loro auto viaggiava a una velocità pazzesca – hanno aggiunto – forse 180 all’ora nel centro abitato. È gente decisa a tutto... purtroppo spesso pagano anche persone innocenti, come quel maresciallo e l’altro signore ferito che passava da quelle parti».
«Sembrava che stessero girando un film – racconta una signora che abita nei pressi – io e mio marito stentavamo a credere che il sangue lasciato a terra fosse vero e che i colpi avrebbero potuto uccidere chiunque. Da noi non è mai accaduto qualcosa di simile». E quando si è sparsa la voce che i banditi erano due nomadi l’indignazione è salita ancora di più: «Sono sempre loro, basta con i bei discorsi: che si faccia qualcosa di serio».

Annunci

Altri articoli