Un seminario per il futuro del centrodestra

Il presidente del Senato Marcello Pera chiuderà i lavori

da Milano

Un momento di riflessione sul futuro della coalizione di centrodestra per «tratteggiare una politica possibile per un possibile nuovo partito che incarni e prefiguri il compimento della transizione italiana». Si parlerà di questo domani mattina presso l’hotel Villa Tuscolana di Frascati nel seminario «Una politica. Un partito - Come affrontare la modernità», organizzato dalla Fondazione Magna Carta (www.magna-carta.it).
L’incontro ha l’obiettivo di formulare proposte concrete e fornire alla politica «progetti e idee condivise per mettere a frutto i cambiamenti accumulati negli ultimi dieci anni». La discussione sarà introdotta da tre interventi di carattere programmatico presentati da esponenti della Fondazione: Gaetano Quagliarello, presidente, che parlerà di «identità», Giovanni Orsina che si occuperà di «modernizzazione» e Nicolò Zanon che presenterà «stato, istituzioni e giustizia».
La chiusura dei lavori sarà affidata invece al presidente del Senato, e presidente onorario di Magna Carta, Marcello Pera.
Interverranno, oltre a deputati e senatori della Casa delle Libertà, il presidente della Camera Pier Ferdinando Casini, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni e il segretario dell’Udc Marco Follini. È prevista inoltre la presenza di Ignazio La Russa, capogruppo di Alleanza nazionale alla Camera, di Renato Schifani, capogruppo di Forza Italia, di Sandro Bondi, coordinatore nazionale azzurro e di Fabrizio Cicchitto.
Magna Carta è una fondazione a cui aderiscono un centinaio di esperti e studiosi che si dedicano alla ricerca e alla definizione di ipotesi di riforma in quattro grandi aree tematiche: politica estera, innovazione, ricerca e istruzione, riforma del Welfare e delle regole di mercato. E pur non aspirando a divenire «centro studi» di un partito o di una coalizione, la Fondazione confessa di «non temere di compromettersi con la politica», di prendere posizioni e di schierarsi.