Semioli e Pazzini fanno volare la Sampdoria

Che bella Samp. Contro la Fiorentina i blucerchiati fanno poker agguantando la quarta vittoria consecutiva, ancora senza Antonio Cassano e volano a 39 punti. Semioli, in gol al 17', e Pazzini al 42', oltre ad un grande Pozzi, firmano il successo per 2-0, mentre la squadra di Prandelli resta frastornata dopo i due infortuni di Gamberini e Santana nei primi 15'. Poi è solo Samp, unita all'ennesima vittoria di Del Neri, che in questa squadra ha creduto tanto da rischiare il posto in panchina per l'esclusione del suo giocatore più rappresentativo.
Storari: voto 6. Non fa nulla per tutto il primo tempo e al 37', forse per scaldarsi, è costretto a parare un tiro in fuorigioco su Gilardino.
Zauri: voto 6,5. Puntuale, dalle sue parti passano pochi palloni e Marchionni sparisce.
Gastaldello: voto 6. Contro il Siena, per gol e prestazione, era stato il migliore in campo, anche ieri ha sbagliato poco o nulla. Preciso.
Lucchini: voto 7. Era la partita della festa dopo il rinnovo del suo contratto fino al 2012 e dimostra di essere un ottimo investimento anche per il prossimo anno.
Ziegler: voto 6. Il suo tiro di sinistro all'8' sarebbe da strappo della tessera calciatori, spesso impreciso ma fa un gran lavoro.
Semioli: voto 7. Nelle ultime gare il suo rendimento era stato in ascesa e ieri ha confermato che i 4 milioni della Samp sono stati ben spesi. Segna, ma soprattutto macina chilometri sull'esterno. Bravo.
Palombo: voto 7. Gran lavoro, a centrocampo e davanti alla difesa, nel primo tempo non sbaglia un assist e una chiusura sugli attaccanti viola. Fa sparire Montolivo. Altro che ballottaggio per un posto in nazionale.
Poli: voto 6,5. Ruba il posto a Tissone, non brillante nell'ultimo match in Toscana e non lo fa rimpiangere. Dopo 4' s'invola in area ma il suo tiro non è preciso. Meriterebbe più fiortuna. (Padalino al 31’ st, 6).
Guberti: voto 6,5. È all'esordio da titolare e si presenta con un perfetto cross nell'occasione del gol di Semioli. Poi fa partire un tiro spettacolare che spizzica il «sette».
Pozzi: voto 8. Ha l'argento vivo addosso, il migliore per la prima mezz'ora e per gran parte della ripresa. Il vice Cassano a tutti gli effetti, contro la Fiorentina cerca disperatamente la sua prima rete al Ferraris e dopo appena 1'ha già una ghiotta occasione di testa, poi sul gol di Semioli mezzo è il suo perché solo la traversa gli ha negato l'esultanza. (tissone al 25’ st 6).
Pazzini: voto 8. Vede viola e si esalta, con un partitone e con il suo primo gol contro la Fiorentina, il dodicesimo in questa stagione. Il pazzo è tornato, anche se ritarda a tirare per il possibile 3-0 a 7' della ripresa.
Del Neri: voto 8. Alla fine aveva ragione lui? Sembra di sì. Quattro gare senza Cassano, dodici punti. Aveva parlato di clava e non di fioretto ma anche la classe non è mancata.
Arbitro Morganti: voto 7. Sbaglia poco o nulla e la gara è sempre stata a mille all'ora.