Sempione, oggi alle 9 rimossa la bomba

Riaperti in giornata Triennale, Old Fashion e ristorante Cavalli

Molto hanno potuto le pressioni della Triennale. Che con la sua mostra «New Italian Design» rischiava di far arrivare per niente a Milano ospiti internazionali. E il sopraggiungere della settimana della moda, con eventi musicali che coinvolgeranno i locali del Parco Sempione. Così sarà rimosso già stamattina, dalle 9 alle 11, l’ordigno bellico di due quintali ritrovato venerdì in un cantiere in viale Alemagna e che, fino a ieri sera, sembrava non dovesse essere spostato prima di mercoledì: il business e la tranquillità della domenica hanno avuto la meglio sulla pianificazione a lungo termine.
Durante la rimozione della bomba il parco verrà chiuso completamente al pubblico, anche se non è previsto lo sgombero delle abitazioni attigue perché gli artificieri del Genio guastatori di Cremona - che ieri mattina hanno periziato il residuato bellico e valutato il da farsi - hanno deciso che sarà sufficiente l’area di circa 300 metri intorno al cantiere per procedere. Lungo il percorso, dal Parco Sempione al Parco delle Cave, i vigili scorteranno il camion e le strade impegnate verranno via via bloccate al traffico. È quindi previsto che l’ordigno venga fatto brillare martedì.
«Anche a nome del sindaco Letizia Moratti devo ringraziare l’intervento del prefetto Gianvalerio Lombardi che si è attivato affinché le operazioni di rimozione dell’ordigno fossero notevolmente accelerate - ha precisato ieri sera il vicesindaco con delega alla Sicurezza Riccardo De Corato -. Questo è il quarto ordigno in 10 anni che viene rimosso in città, ma le altre volte ci sono volute circa tre settimane. Non abbiamo mai fatto così in fretta».
L’unico punto interrogativo resta la spoletta. L’ordigno, infatti, è privo del detonatore che ne determina la deflagrazione, staccatosi probabilmente al momento dell’impatto dell’ordigno con il suolo. Tuttavia gli artificieri, ben consapevoli che bisognerà scavare fino a quando la spoletta non verrà ritrovata perché contiene anch’essa esplosivo, hanno pensato di farlo in un secondo momento. Sempre in tempi lampo, s’intende.