Semplificazione, certificati online e in tempo reale

Tra le novità contenute nel decreto semplificazione, domani all'esame del Cdm, la possibilità di ottenere certificati in tempo reale

Arriva una sforbiciata per la burocrazia. A partire dalla comunicazione interna tra le varie amministrazioni, che avveranno da oggi in poi soltanto via internet, con in mente un obiettivo ben chiaro: la riduzione dei costi per i cittadini e per le imprese. Il decreto semplificazioni arriverà domani all'esame del Consiglio dei Ministri e conterrà tagli su diversi fronti.

Stop alle leggi inutili: saranno tagliate 333 leggi considerate ormai superate.

Ceritificati in tempo reale: Grazie allo scambio di dati online sarà possibile ottenere immediatamente il cambio di residenza, i certificati di nascita e di matrimonio.

Cambio di residenza: l’iscrizione per trasferimento della residenza con provenienza da altro Comune o dall’estero produce
immediatamente gli effetti giuridici dell’iscrizione anagrafica.

Carta d'identità: i nuovi documenti d'identità avranno scadenza fissata al giorno del compleanno.

Commissario: in caso di particolari ritardi e lentezze dell'amministrazione pubblico i privati cittadini potranno rivolgersi a un commissario.

Social card: torna lo strumento introdotto da Monti, rifinanziato con 50 milioni.

Sud: viene prorogato di un anno il bonus assunzioni.

Assistenza sociale: l’Inps effettuerà il monitoraggio sulle spese per l’assitenza sociale. In caso di discordanza fra i dati
dichiarati e l’indicatore di reddito procede alla segnalazione.

Panifici: arriva la liberalizzazione degli orari anche per chi produce il pane: salta la tradizionale chiusura domenicale.

Gravidanza anticipata: si semplifica la procedura per l’astensione anticipata dal lavoro in caso di gravidanze più complesse.

Diversamente abili: certificato unico per attestare lo status di diversamente abile e ottenere le conseguenti agevolazioni.

Autotrasporto: salta il divieto di circolazione nei giorni precedenti o successivi ai giorni festivi.

Bollino blu auto: sarà contestuale alla revisione, quindi ogni due anni e non tutti gli anni come avviene ora.

Imprese: un anno per attivare percorsi sperimentali di semplificazione amministrativa per le attività delle imprese sul territorio.

Pmi: dichiarazione unica ambientale per le piccole e medie imprese.

Agenda Digitale: Entro due mesi saranno rivisti i tempi dell’Agenda digitale.