Sempre più comodi e protetti grazie a elettronica e telematica

Viaggiare in modo confortevole e sicuro è ormai diventata la norma. E il merito di farci sentire comodi e protetti come mai prima va attributo in particolare a una panoplia di componenti di primo impianto e di accessori aftermarket che monitorano veicolo e strada, assistono e informano conducente e passeggeri, dotando pure la vettura di una buona dose di intelligenza, allorché capace di percepire e, se non di anticiparle, di reagire a eventuali situazioni critiche.
Tra radar, trasduttori e videocamere è un tripudio di sensori, sempre più compatti ed efficienti, che fanno il paio con centraline, terminali e dispositivi di bordo: dai navigatori e localizzatori satellitari agli allarmi elettronici, dai sistemi di ausilio al parcheggio alle luci adattative, tutto contribuisce a elevare il tasso tecnologico, che preannuncia l’evoluzione già scritta verso l’automobile connessa e dialogante a tutto tondo.
Diffusi su vetture di gamma alta e media, i sistemi Adaptive cruise control di Bosch possono fare utilmente il paio con gli assistenti elettronici di cambio corsia e di monitoraggio dell'angolo cieco. Se l’Acc controlla la distanza e la velocità impostata, adeguandola automaticamente al flusso del traffico e, nella versione stop&go può anche frenare sino all’arresto del veicolo, come accade quando ci si trova in coda, l’avvisatore di cambio corsia rileva il superamento della linea di carreggiata e, se non si è azionato l’indicatore di direzione, attiva una spia luminosa, un cicalino e pure una vibrazione al volante; a ridurre il rischio d’incidente contribuisce anche il sensore dell’«angolo cieco» che, durante le manovre di sorpasso, se vi rileva la presenza di veicoli, avvisa prontamente con un lampeggio ripetuto.
Quando si dice protezione, assistenza e infomobilità, il focus si sposta sulla telematica di bordo: si va dal pulsante della chiamata di emergenza (l’ecall), già comparso su molti cruscotti, alla black box che, con le nuove norme, permette di ottenere sconti sulle polizze Rc auto, e non solo: sulla scatola nera (che integra un dispositivo gps, un telefono cellulare e un accelerometro 3D) la società di servizi Viasat basa la protezione dei passeggeri in auto, potendo riconoscere il verificarsi di un incidente e attivare i soccorsi, la prevenzione di aggressioni o furti tramite la segnalazione della posizione alle forze dell’ordine, nonché la presenza di anomalie del veicolo e l'eventuale intervento da remoto.
Localizzatori e navigatori sono prerogativa dell’aftermarket di Magneti Marelli, insieme ai sistemi d’allarme e pure ai sensori di parcheggio, che anche Bosch vanta a catalogo: ParkPilot Urf7, applicabile pure sui paraurti con gancio di traino, funziona a ultrasuoni e, oltre alla segnalazione acustica, può visualizzare la distanza dall'ostacolo su un visore a banda led. Parte integrante della sicurezza di marcia, nonché utile leva per la riduzione di consumi ed emissioni, ecco l'illuminazione, che oggi può contare su tecnologie diverse (alogena, xenon, led) e che si è fatta adattativa. Lo sono i fanali sviluppati da Magneti Marelli che si adattano alle diverse condizioni stradali e di guida, come pure all’intensità della frenata, nonché in base alla visibilità posteriore. Gli stessi capaci di facilitare la retromarcia anche quando si svolta, illuminando opportunamente a destra o a sinistra, nella direzione del veicolo.