Sempre più stranieri E tra i bebè è boom di maschietti

Se da un lato, infatti, sono nati oltre 96.000 bambini, tra cittadini italiani e stranieri, (più maschi che femmine secondo i dati Istat), dall’altro sono calate del 2,7% le interruzioni volontarie di gravidanza rispetto al 2006. A scattare la fotografia è il rapporto sulla natalità, che sarà presentato oggi al primo congresso nazionale della Federazione italiana di ostetricia e ginecologia (Fiog).
La Lombardia fa così registrare un bilancio demografico positivo e un tasso di natalità superiore alla media nazionale (10 nati per mille abitanti contro 9,5): le province più visitate dalla cicogna sono Brescia (11 nati per mille abitanti), Bergamo e Lodi, mentre è Pavia quella con le (...)