Il Senatùr nega al figlio l’«Isola dei famosi» «Un calcio nel sedere»

da Milano

Altro che casta, in casa Bossi la regola è la «controraccomandazione». Se ne dichiara vittima il primogenito Riccardo, che per un veto del Senatùr non potrà partecipare alla prossima edizione dell’«Isola dei famosi». Si sfoga in un’intervista rilasciata al settimanale Chi in edicola oggi, il ventottenne nato dal primo matrimonio del leader leghista, con Gigliola Guidali.
Aveva già sentito la conduttrice Simona Ventura, ed era sembrata entusiasta. Anche il padre non era contrario. Poi qualcosa è andato storto: «Ha parlato con Antonio Marano, il direttore di Raidue, e ha cambiato idea - si rammarica il ragazzone nel suo colloquio con Valerio Palmieri - non capisco cosa possa avergli detto per irritarlo tanto da far mettere un veto sul mio nome». In effetti l’Umberto ha tagliato corto, e sul numero di Gente che esce oggi, per interposta stampa chiarisce il concetto: «Mio figlio sull’Isola dei famosi? Ma gli tiro un calcio nel sedere!». Ora Riccardo tenta di convincerlo: «Gli chiedo con rispetto di lasciarmi fare questo reality. Sono un ragazzo a modo, non infangherò la sua reputazione. Ho rinunciato per suo volere alla politica e ho cercato una mia strada, almeno non mi ostacoli».
La sua carriera leghista è finita nel 2004: Bossi jr era assistente di Francesco Speroni all’europarlamento. Per le polemiche dovette rinunciare all’incarico. Si rifece sotto quando nel Carroccio si prospettò una «successione dinastica», ma trovò la strada sbarrata dal fratello Renzo: «La cosa all’inizio mi ha ferito - confessa Riccardo - poi me ne sono fatto una ragione. Il problema è che qui non solo non mi ha favorito, mi ha penalizzato. Io sono stato controraccomandato». La faccenda si complica: ci mette bocca anche la bionda moglie, Maruska. Si era già lamentata per l’assenza del suocero al battesimo della loro Lavinia. Ora sostiene che il leader leghista faccia preferenze per i fratelli di Riccardo (Renzo, Roberto Libertà ed Eridanio): «Se fosse stato uno dei figli che ha avuto dalla seconda moglie, Manuela, lo avrebbe aiutato - protesta con Chi la nuora - mentre con lui fa l’opposto, fa il padre-padrone». Per parlare con il padre deve «prendere un appuntamento», ma Riccardo avrà comunque la sua isola. Trascorrerà le vacanze in Sardegna, è vicino di casa di Lele Mora: «Meglio la sua villa di quella di Gemonio».