Il Senatùr: «In piazza da arrabbiati»

Umberto Bossi si dice pronto a portare il suo «popolo» in piazza contro un Governo che fatica a trovare i numeri per governare. «Napolitano smentisce quello che aveva detto, ovvero che voleva voti in più della maggioranza. Questi non ci sono e noi siamo paralizzati», dice il segretario della Lega Nord in un’intervista a Telepadania in cui fa riferimento al voto dei senatori a vita necessario per l’approvazione della riforma della Giustizia. Bossi promette battaglia: «Andiamo in piazza, e ci andiamo da arrabbiati. Cominceremo da Milano, poi nel Veneto, a Verona, e in tutto il nord»