Il Senato salva la navigazione sui laghi lombardi

Un emendamento al milleproroghe rimedia ai tagli della finanziaria che avevano suscitato allarme per il trasporto pubblico locale via acqua. Cattaneo: «Così non ridurremo i servizi»

Sospiro di sollievo per i trasporti nelle acque lombarde. Le Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio del Senato hanno approvato un emendamento al milleproroghe che fa rientrare l'allarme sui fondi mancanti per la navigazione nei laghi lombardi. A darne notizia è l'assessore regionale ai Trasporti, Raffaele Cattaneo, che esprime grande soddisfazione. L'emendamento, spiega Cattaneo, «pone rimedio ai tagli operati dalla Legge di stabilità ai servizi governativi di navigazione».
«Dopo l'allarme dettato dal rischio di tagli al trasporto lacuale, il risultato ottenuto oggi - ha spiegato Cattaneo in un comunicato - consente sia il pieno svolgimento del servizio avigazione, che in Lombardia ha anche funzione di trasporto pubblico locale, sia il mantenimento dei livelli occupazionali». Secondo l'assessore lombardo si tratta di una doppia «notizia positiva» perché non si grava sui bilanci pubblici. «Il Pdl - sottolinea Cattaneo - si è speso moltissimo su questo fronte trovando una formulazione dell'emendamento che consente di non ridurre i servizi senza pesare sul bilancio statale e ha ottenuto in questo modo un risultato possibile grazie alla collaborazione della Lega Nord e di esponenti di altri partiti».