Il senatore gira nei feudi rossi

Una logica che fino a qualche anno fa non esisteva e che segna un altro punto per il Popolo della Libertà mai così deciso ad impegnarsi sul territorio e per il territorio. Mettendoci la faccia e schierando sul campo in tutti i piccoli comuni della costa come dell’entroterra che andranno al voto tra sei giorni, deputati e senatori della Liguria. Tra chi sta seguendo un’impostazione alla campagna elettorale data direttamente dal presidente Silvio Berlusconi e recepita dai dirigenti liguri del partito è il senatore Luigi Grillo che già da qualche giorno ha cominciato ad incontrare simpatizzanti ed elettori del centrodestra in diverse realtà della nostra regione.
Dopo le tappe a Castiglione Chiavarese e Casarza Ligure, dove Grillo ha portato il proprio sostegno ai candidati sindaci Pdl, domani per il senatore sarà una giornata da dedicare ai feudi rossi con tre tappe di rilievo. Alle 13 sarà a Campomorone, paese della Valpolcevera chiuso in una «cintura rossa» completata da Serra Riccò, Ceranesi e Mignanego. Campomorone è una realtà di quasi ottomila abitanti(trentacinquemila in tutto nell’Alta Valpolcevera) dove Maria Antonietta Amenta è pronta alla sfida e avrà al suo fianco anche i big. Grillo pranzerà insieme alla candidata sindaco e a tutti i consiglieri in lista.
Alle 16 si trasferirà a Brugnato, nello spezzino, dove sarà insieme al deputato Pdl e candidato presidente del centrodestra alle prossime regionali Sandro Biasotti, per un comizio. Alle 18.30 tappa a Bargagli, alle porte della Fontanabuona, per un aperitivo con il candidato sindaco Fausto Cevasco ed i suoi elettori. Cevasco si presenta alle amministrative di uno dei comuni più tradizionalmente rossi di Genova con il simbolo tradizionale del Popolo della Libertà e, proprio per il coraggio dimostrato da Cevasco, nel tour di Grillo non poteva mancare un passaggio da queste parti. Nel corso della settimana Grillo toccherà altre realtà della Liguria.