Il Senatur vede Tremonti "Bisogna seguire la Ue e fare subito le riforme"

Incontro tra il leader della Lega Nord e il ministro dell'Economia: "Non c'è nessun problema di elezioni adesso"

Roma - "Dobbiamo andare dietro un pò all’Europa". Il ministro delle Riforme Umberto Bossi ha incontrato il ministro dell’Economia Giulio Tremonti per fare il punto sulla crisi economica. A Gemonio, i due ministri hanno fatto sapere che il governo dovrà "fare tutte le riforme" che eranogià state messe in cantiere.

Nessun problema elezioni "Non c’è il problema di elezioni adesso", aveva spiegato il segretario della Lega Nord prima di incontrare Tremonti, replicando ai giornalisti che gli chiedevano se sia ipotizzabile un ricorso anticipato alle urne nel 2012. "Come si fa? Certo non votiamo dopo il 2013...", ha scherzato il Senatur deciso a mettere in campo, insieme a Tremonti, "una piccola idea" per salvare le imprese. "E poi Tremonti ha qualche idea anche lui". Al termine dell’incontro, Bossi ha spiegato ai giornalisti che gli chiedevano se ci fossero altri appuntamenti sulla crisi economica che dovranno andare a trovare il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Il leader della Lega ha anche riferito che durante le due ore di colloquio nella sua residenza privata non c’è stato contatto telefonico con il premier e ha poi confermato che si è parlato con Tremonti di una proposta a sostegno delle imprese, ma che per il momento non verrà illustrata. "Non ne parliamo oggi - ha tagliato corto Bossi - dobbiamo prima misurarla bene e nei prossimi giorni maturerà".

Il peso dell'Europa sull'Italia Anche se "positivamente", la Bce condiziona l’Italia. Alla domanda se "il governo è commissariato", Borsa ha replicato: "Certo l’Europa, la Bce, ha il suo peso". Parlando al termine del vertice con Tremonti e il ministro Roberto Calderoli, cui ha partecipato anche la vicepresidente del Senato Rosy Mauro e Renzo Bossi, il leader della Lega ha spiegato che "è la realtà che è venuta a trovarci. Per tanto tempo il paese ha speso più di quanto poteva. Un bel giorno ha preso il treno ed è venuta a trovarci".