Senso unico a Mele minaccia i cittadini

Mele non ce la fa più. Ed è per questo motivo che uno dei consiglieri comunali, Giambattista Parodi, chiede al sindaco di intervenire e di sopprimere il senso unico che attraversa il paese, poichè «provoca gravi disagi e problemi per l’incolumità dei cittadini». La petizione diretta al primo cittadino, affinchè nel corso di un’assemblea pubblica ascolti la popolazione, viene dopo tanti tentativi da parte dei citadini di ottenere attenzione singolarmente. Ecco perchè questi hanno optato per una raccolta di firme, in modo tale che venga ripristinato il sistema di viabilità precedente all’imposizione del senso unico.
Secondo Parodi, la causa del fiorire di comitati e raccolte firme nel ponente genovese e a Mele dipende dal fatto che «la sinistra sta scivolando lentamente verso l’arrogaza, il non ascoltare, il non saper tornare sulle decisioni», in contrapposizione con quella Mele che, sempre secondo il consigliere comunale, è da sempre «un esempio di democrazia e trasparenza».
Si spera quindi che la giunta faccia dietro-front su un problema così sentito dalla popolazione e riporti la viabilità come era prima.