La sensualità tra foto e pittura

S'intitola «Il corpo al centro» la mostra di Sara Giannatempo, che si inaugura domani alle 19 al Circolo Culturale Bertolt Brecht, dove sarà visibile fino al 13 aprile. La rassegna, a cura di Lorenzo Argentino, racconta la sensualità femminile posta al centro dello spazio e immortalata dagli scatti fotografici. Il bianco e il nero dei corpi sono ravvivati dal colore degli oggetti e delle materie, usati per il loro valore evocativo e semantico: fiori secchi, caramelle, fili di lana e pezzi di muschio fanno da cornice e sottolineano i titoli. Inoltre, i materiali evocano anche i sensi: il gusto è solleticato dalle caramelle, l'olfatto dal muschio, il tatto dai fili di lana e dalle onde di gel azzurro. A stemperare il forte erotismo emanato dai soggetti, continui riferimenti alla pittura rinascimentale, attraverso la presenza di porte, fontane o semplici architetture in pietra, presenti come altari, sui quali s'innalzano le sacerdotesse di Eros.