La sentenza Dopo 12 anni la Corte dei Conti assolve Pietro Caltagirone

Pietro Caltagirone, ora direttore generale del Policlinico San Matteo di Pavia, è stato assolto dall’accusa di danni patrimoniali nei confronti dell’ospedale Niguarda Cà Granda di Milano. La sentenza definitiva arriva dopo dodici anni di una tormentata vicenda giudiziaria. A sancirlo la Corte dei Conti il 24 aprile scorso, mettendo fine a una lunghissima telenovela. Ma i fatti risalgono al 1999, quando Caltagirone dirigeva la struttura ospedaliera milanese per l’aggiudicazione di una gara di service di emodinamica all’impresa Ngc. Per la stessa vicenda, Pietro Caltagirone è stato assolto in un processo penale. «Dopo dodici anni di sofferenza - si limita a commentare ora Caltagirone - vince la verità». Il Niguarda è stato condannato a pagare 10mila euro per le spese giudiziarie, una cifra irrisoria se paragonata ai capi d’accusa ipotizzati all’inizio della vicenda.