Sentimenti? Ridotti a un «cmqc6xme»

«L’amor che a nullo amato amar perdona...». C’erano una volta la terzina, Paolo e Francesca, le donne angelicate. Roba da Dante Alighieri. Adesso l’amore è un «tvtb» (ti voglio tanto bene) oppure un «cmqc6xme» (comunque ci sei per me) e così via. E allora uno attento alle suggestioni dei tempi moderni come il regista Sergio Maifredi, direttore di Teatri Possibili Liguria, ha deciso di indagare proprio i nuovi linguaggi dell’amore nella nuova rassegna dedicata ai «Dialoghi sulla rappresentazione» che si apre domani e proseguirà fino al 10 settembre. Protagonista dei dialoghi di questa edizione è l’amore. Scrittori, artisti, musicisti, giornalisti, registi, sociologi, studiosi si ritroveranno nel chiostro di Palazzo Tursi in via Garibaldi a dialogare sulla rappresentazione dell'amore, «Dalla terzina all'SMS», titolo dell'edizione 2010. In arrivo Björn Larsson, Arnoldo Foà, Gino Paoli, Gian Piero Alloisio, Max Manfredi, Federico Sirianni, Francesca Mazzucato, Massimo Fini, Federico Moccia e Marek Szlezer, uno dei migliori pianisti polacchi, che suonerà Chopin nella Sala da Ballo del Museo di Palazzo Reale giovedì 9 settembre alle 17. E chi invierà un sms con una terzina sul tema dell’amore al 348/4590551 avrà l’opportunità di vedere la propria frase pubblicata sul libro «Dalla terzina all’sms» (max 160 caratteri). I «Dialoghi sulla Rappresentazione» sono un’esplorazione a 360 gradi sui modi e i luoghi della teatralità di oggi.
«La rappresentazione va ben al di là dello spazio (...)