Senza Ballesteros green meno magico

Seve Ballesteros 9
Necessario. Gli auguri per lo spagnolo perché si rimetta in forma al più presto sono auguri anche per tutti i golfisti. Perché senza Seve, francamente, il golf è decisamente meno magico.

Padraig Harrington 6
Best Player. Alla fine l'ha spuntata l'irlandese. Padraig ha vinto infatti il premio come miglior giocatore dell'anno. Bravo. Peccato solo che per metà stagione, più che un leader, sembrasse un Ghostbuster. Sì: alla caccia del fantasma di Tiger...

Retief Goosen4
Chiacchierone. Il premio per la dichiarazione più infelice del 2008 va assegnato di diritto al sudafricano. Che, calato il sipario sull'ultimo Us Open, ammise alla BBC di non credere al ginocchio infortunato di Tiger. Morale: come scrisse Wilde, «a volte è meglio tacere, che aprir bocca e togliere ogni dubbio».

Lana Lawless 5
Chiacchierata. Gustosa notizia di fine anno: la vittoria della 55enne Lana nel World Long Drive Championship femminile ha scatenato un fiume di inutili polemiche. Lana infatti è un transessuale.

Tiger Woods 8
Atteso. Inutile girarci intorno: è lui il vero protagonista di quest'anno bisesto. Il suo, infatti, è stato il primo crac serio dell'anno. Quello di Madoff l'ultimo. In mezzo, poche buche da ricordare e tanti… buchi invece da ripianare. In ogni modo, buon anno a tutti!