«Senza BreBeMi Lombardia in ginocchio»

Senza BreBeMi la Lombardia rischia di essere messa in ginocchio. E con lei l’intero Paese». Entrata decisa del presidente della Provincia di Bergamo Valerio Bettoni (centrodestra) dopo l’intervista al Giornale del diessino Filippo Penati e l’allarme del presidente di autostrade Gian Maria Gros Pietro. Nessun dubbio che la «direttissima» per collegare Brescia, Bergamo e Milano si debba fare. E al più presto. «Chiedetelo a chi passa la vita in coda per andare da Bergamo a Milano - si accalora Bettoni -. Oggi non si può più prescindere dalle infrastrutture. Il nostro territorio non regge più. O la Lombardia ha la capacità di creare qualcosa di nuovo o resteremo ai margini dell’Europa». Ovvio, per Bettoni, il lievitare delle cifre. «Non si possono aspettare diciannove anni - sbotta - per realizzare un progetto. Chiaro che i costi si moltiplicano. L’Italia si deve sburocratizzare, deve semplificare le procedure. Come avviene già in tutta Europa. In Croazia hanno costruito 300 chilometri di autostrada in pochi anni». Stato o privati? «Chiunque, purché si sblocchi la BreBeMi».