Senza Castellazzi, ma c’è Fiorillo

Walter Mazzarri chiude la parentesi Reggio Calabria e pensa già all'Udinese. Domenica, per lo spareggio europeo, rientreranno Accardi e Palombo, mentre ieri Campagnaro è rientrato in gruppo ma non sarà schierato dal primo minuto. Vanno invece in squalifica Sammarco e Gastaldello. Il tecnico vuole cancellare la brutta giornata del Granillo: «Abbiamo commesso errori che di solito non facciamo. Sembravamo apatici, come avessimo il freno a mano tirato: avevamo spazi e non ne approfittavamo, ho visto una Samp indecisa e poco convinta. Il gol preso è emblematico, in tre contro uno, a guardare l'avversario arrivare da dietro senza intervenire. Poi tutto è girato storta. Dispiace anche per i tifosi, so bene quanti chilometri ci sono tra Reggio Calabria e Genova. Sono stati importanti a Empoli, a Parma, purtroppo questa volta non siamo stati all'altezza».
Davanti domenica ci saranno ancora Bellucci e Cassano anche se entrambi stanno ancora ritrovando la condizione dopo il lungo stop: «Bellucci era giusto rimetterlo in campo dall'inizio. Piuttosto i problemi sono stati altri, e se la squadra avesse girato come nelle partite precedenti anche lui avrebbe fatto molto meglio. È un giocatore importante, arriva il momento in cui deve ritrovare l'impatto con la maglia da titolare, la forma». Poi Castellazzi e Mirante: «Castellazzi purtroppo ha terminato la stagione ma ho piena fiducia in Antonio e confido di recuperarlo. Anche se devo fare i complimenti a Fiorillo per l'esordio: ha una personalità tale da farti stare tranquillo nonostante sia un ragazzino».