Senza la coppa sarebbe una beffa

Chissà, forse è meglio così. Forse è meglio arrivare in finale a modo nostro, con una squadra che da dopo la semifinale con la Juventus a Torino pare ormai pensare solo alla coppa Italia. Con le ultime prestazioni di campionato davvero deludenti e, cosa ancora più grave, svogliate e distratte. Auguriamoci che sia così, che la Lazio - che ai grandi traguardi non è abituata da qualche anno - sia concentrata anima e corpo sulla partita di mercoledì con la Sampdoria.
Perché è vero che la vittoria della coppa Italia - peraltro all'Olimpico - darebbe tutto un altro significato alla stagione. D'altra parte, se quello visto nelle ultime di campionato è un calo fisico allora è bene abbandonare ogni speranza. Perché per l'ennesima volta in questo campionato abbiamo fatto seguire al gol del vantaggio un atteggiamento di spaventosa superficialità. Poco pressing, nessuno che ci mette un po' di cattiveria e pochissime idee. Quasi che dal 10' del secondo tempo si fossero già tutti messi in testa di aspettare il fischio finale. Ora, finali a parte, per i tifosi lo spettacolo è piuttosto squallido. Ma, certo, ce ne possiamo fare una ragione portandoci a casa una coppa ormai abbordabile.
Altrimenti, sarebbe davvero una beffa. Soprattutto vista la valanga di punti che per inedia e svogliatezza abbiamo lasciato per strada.